HOMEgli uffici, i servizi e la modulisticasul territorioscuolerefezione scolastica

Refezione scolastica

Anno scolastico 2013/2014

Il servizio di refezione scolastica è rivolto agli alunni delle scuole dell’infanzia e primaria. In questa pagine troverete in allegato una dettagliata descrizione che vi permetterà di conoscere meglio il servizio e una serie di documenti utili per segnalare le vostre scelte fra le varie opzioni possibili.

Organizzazione del servizio

Il servizio di refezione scolastica è rivolto agli alunni delle scuole dell’infanzia e primaria.Il comune di Sarre ha erogato nel 2012 oltre 30.000 pasti. I pasti, dall’anno scolastico 2008/2009, sono prodotti nel centro di cottura di Villeneuve, da personale dipendente dalla Comunità Montana “Grand Paradis”.
Le sedi delle refezioni sono ubicate presso i seguenti plessi scolastici:
a) scuola dell’infanzia “Cirillo BLANC”
b) scuola dell’infanzia “Octave BERARD”
c) scuola dell’infanzia “Venance BERNIN”
d) scuola primaria “Cirillo BLANC”
e) scuola primaria “Octave BERARD”
f) scuola primaria “Venance BERNIN”
L’assistenza durante la refezione scolastica agli alunni delle scuole primarie è affidata alla cooperativa sociale “Noi e gli altri” di Aosta.
Il trasporto dei pasti dal centro di cottura alle sedi delle refezioni è svolto dalla cooperativa sociale “Noi e gli altri” di Aosta.

Informazioni

I genitori degli utenti, per qualsiasi informazione sulservizio di refezione scolastica, potranno contattare l’ufficio socioassistenziale ai seguenti numeri telefonici:

Modalità di iscrizione

Per poter usufruire del servizio di refezione scolastica occorre presentare apposita domanda su moduli predisposti dall’ufficio, scaricabili dalla presente sezione e disponibili presso gli uffici comunali. Detto modulo dovrà essere consegnato dal giorno 9 luglio 2013 ed entro il giorno 9 agosto 2013 all’ufficio socio-assistenziale situato al piano terra, nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,00.
Rimane sottointeso che coloro che non presenteranno la domanda non potranno usufruire del servizio.
Si rammenta che prima di effettuare l’iscrizione per il nuovo anno scolastico i genitori dovranno essere in regola con i versamenti dell’anno scolastico precedente.
A decorrere dall’anno scolastico 2013/2014 alla domanda di iscrizione dovrà essere allegata la ricevuta del versamento della quota di iscrizione annua ammontante ad euro 20,00.

Si specifica che i dati forniti per le iscrizioni verranno trattati, ai sensi del decreto legislativo 196/2003 “codice in materia di protezione dei dati personali”, per le finalità del servizio di refezione scolastica.
Alla domanda di iscrizione dovrà essere allegato o autocertificato il modello D.S.U. (Dichiarazione Sostitutiva Unica) debitamente firmata dal dichiarante riportante l’importo dell’I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) aggiornato con i redditi dell’anno 2012 del nucleo familiare.
Tale dichiarazione viene rilasciata da un centro autorizzato di assistenza fiscale (CAAF) o da studi commercialisti autorizzati.
Al fine della compilazione del modello D.S.U. l’utente dovrà presentare al CAAF prescelto i seguenti documenti:

  • copia dell’ultima dichiarazione dei redditi (modello 730 – modello Unico) di tutti i componenti il nucleo familiare o, qualora non disponibile, dell’ultimo modello CUD;
  • codice fiscale di tutti i componenti il nucleo familiare;
  • saldo bancario al 31 dicembre dell’anno precedente (libretti di risparmio postali o bancari);
  • certificazione relativa agli investimenti (BOT, CCT, BTP, fondi d’investimento, azioni ed obbligazioni, assicurazioni vita, ecc.);
  • visure catastali per terreni e fabbricati posseduti (valori ai fini ICI);
  • mutui stipulati per l’acquisto della prima casa;
  • contratto di affitto con l’indicazione degli estremi di registrazione del contratto (qualora il destinatario del servizio abiti in affitto), allegando la ricevuta di pagamento della tassa di registrazione (F23) o lettera attestante l’opzione di “cedolare secca sugli affitti” del proprietario;
  • attestazione di invalidità superiore al 66% rilasciata da parte di commissioni competenti, se del caso.

Si ricorda che la somma dei redditi percepiti non è il valore ISEE, ma questa è solo un’indicazione, poiché il valore ISEE dipende da molteplici fattori, non solo redditi, ma anche composizione del nucleo familiare, condizione lavorativa dei componenti, presenza nel nucleo di soggetti deboli, appartamento con mutuo o in locazione, etc.
Per altre informazioni è comunque possibile visitare il sito dell’INPS www.inps.it, (servizi-ISEE-simulazione) dove è disponibile, all’indirizzo: www.inps.it/portale/default.aspx?iMenu=2&iNodo=2&iiDServizio=22&sURL=http%3a%2f%2fservizi.inps.it%2fServizi%2fISEE%2fdefault.asp, un programma di simulazione, attraverso il quale capire, in pratica le modalità di compilazione ed il calcolo del proprio reddito, utilizzando i coefficienti ISEE.
L’ISEE ha validità per tutto l’anno scolastico, e pertanto ogni anno deve essere nuovamente presentato. I redditi di riferimento dovranno essere quelli dell’anno precedente.
Se non viene presentata l’attestazione ISEE l’utente pagherà la tariffa massima.
L’Amministrazione comunale, ai fini dell’accertamento della veridicità delle dichiarazioni fornite dagli utenti, effettuerà controlli a campione, avvalendosi di accertamenti tramite gli uffici preposti e di altri enti quali, ad esempio, l’Ufficio Unico delle Entrate e la Guardia di Finanza.
In caso di accertamento di non veridicità sostanziale dei dati dichiarati, l’Amministrazione comunale segnalerà d’ufficio il fatto all’Autorità Giudiziaria per le sanzioni penali e procederà al recupero delle somme non versate.
Per il calcolo dell’IRSEE gli uffici comunali provvederanno a sommare all’ISEE gli eventuali redditi prodotti all’estero da qualsiasi componente del nucleo familiare nell’anno di riferimento del modello ISEE.
Nel caso in cui i genitori appartengono a nuclei familiari differenti, la tariffa è stabilita sulla base dell’I.R.S.E.E. del nucleo familiare nel quale è inserito il minore:

  • calcolato comprendendo il reddito derivante dagli assegni di mantenimento nella misura fissata dal giudice, nel caso in cui esista una sentenza di separazione;
  • mediato rispetto all’I.R.S.E.E. del nucleo familiare dell’altro genitore, nel caso in cui non esista una sentenza di separazione o nel caso in cui i genitori non siano legati da vincoli di matrimonio.

Tariffe

Anche per l’anno 2013 è stata confermata la tariffa vigente; il costo del buono pasto è determinato applicando la percentuale dello 0,018% sul valore dell’I.R.S.E.E., con una tariffa minima di euro 4,50 ed una tariffa massima di euro 7,50 per ogni pasto. Nel caso in cui non venisse presentata la documentazione richiesta l’utente dovrà pagare la tariffa massima pari ad euro 7,50.

A favore dei nuclei familiari residenti nel Comune di Sarre, viene applicata una riduzione del 25% della tariffa dovuta per ogni pasto consumato dal secondo figlio e del 50% della tariffa dovuta per ogni pasto consumato da ognuno dei figli oltre il secondo, secondo l’età anagrafica, purché non usufruiscano di altre tariffe agevolate.

A decorrere dall’anno scolastico 2013/2014, è stato stabilito il pagamento di una quota di iscrizione al servizio annua pari ad euro 20,00 per ogni utente. Il versamento potrà essere effettuato tramite versamento alla Tesoreria Comunale – Istituto Bancario Intesa Sanpaolo S.p.A., agenzia di Sarre, Frazione Poinsod, 26, - codice IBAN: IT56C0306931710100000300001, oppure mediante versamento sul c/c postale n. 11944113 intestato al Comune di Sarre, Servizio Tesoreria, (bollettini pre-compilati sono disponibili in comune), specificando la causale “iscrizione refezione scolastica 2013/2014” ed il cognome/nome del minore.

La ricevuta di tale versamento dovrà essere allegata alla domanda di iscrizione.

E’ prevista la rideterminazione delle tariffe nel corso dell’anno scolastico esclusivamente per:

  • a) cambio del Comune di residenza;
  • b) qualora l’utente comunichi il verificarsi di rilevanti cambiamenti della situazione socio-economica, oltre a variazioni derivanti da eventi quali: nascita di un figlio, recente disoccupazione, nuovo lavoro, decesso del coniuge, separazione legale ecc., sopravvenuti dopo la presentazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica. allegando tutta la documentazione atta a rappresentare nel miglior modo possibile l’attuale capacità economica.

La domanda (scaricabile) e il nuovo modello I.S.E.E..dovranno essere presentati all’ufficio socio-assistenziale. L’importo rideterminato decorrerà dal primo giorno della settimana successiva alla presentazione della domanda.

Agevolazioni

L’accesso alle tariffe agevolate è rivolto esclusivamente ai residenti nel Comune di Sarre.

Per maggiori informazioni rivolgersi direttamente agli uffici comunali.

Si precisa comunque che potranno richiedere le agevolazioni soltanto coloro i quali sono in regola con i pagamenti relativi all’anno scolastico precedente.

La domanda (scaricabile) dovrà essere presentata all’ufficio socio-assistenziale. L’importo rideterminato decorrerà dal primo giorno della settimana successiva alla presentazione della domanda.

Modalità di pagamento

A partire dall’anno scolastico 2007/2008 questa Amministrazione Comunale ha introdotto la gestione elettronica del pagamento e della prenotazione dei pasti della refezione scolastica.

Con il nuovo sistema, ogni alunno deve essere iscritto al servizio di refezione scolastica ed allo stesso viene attribuito un codice identificativo “Codice PAN”che consente giornalmente, sulla base della presenza rilevata dal personale addetto, alla prenotazione/esazione di un solo pasto. Questo codice viene utilizzato per il caricamento del conto-mensa e avrà validità per tutti gli anni scolastici di frequenza presso i plessi del Comune di Sarre.

Il nuovo sistema prevede il pagamento anticipato delle quote a carico degli utenti da effettuarsi presso lo sportello della Banca Intesa San Paolo sito in Sarre, frazione Poinsod, n. 26 (orario di apertura dal lunedì al venerdì, 08.25/13.25 – 14.40/15.40), mediante la presentazione del codice identificativo PAN attribuito ad ogni alunno e comunicato alle famiglie all’atto di iscrizione.

Il primo versamento dovrà corrispondere ad almeno dieci pasti e, dovrà essere effettuato a partire dal 1° settembre e comunque prima di usufruire del servizio. Nel momento in cui il credito residuo corrisponderà al valore di cinque pasti verrà inviato un avviso tramite messaggio sul cellulare, per ricordare alla famiglia di provvedere al più presto alla ricarica. Il credito residuo alla fine dell’anno scolastico potrà essere utilizzato l’anno successivo oppure trasferito ad altro utente del servizio o restituito in caso di passaggio ad altra scuola. Dopo 10 pasti non pagati l’utente viene “disabilitato” dal servizio: significa che non potrà prenotare il pasto e che dovrà essere nuovamente iscritto al servizio, ripetendo la procedura iniziale. 

NOVITA’:
A decorrere dal mese di novembre 2013, viene data la possibilità ai genitori di ricaricare il conto-mensa dei propri figli tramite tutti gli sportelli automatici (ATM) Intesa San Paolo d’Italia, con qualsiasi tessera Bancomat, 24h al giorno e 365 giorni all’anno. Questa modalità comporta una commissione di addebito per il genitore di euro 1,10 per ogni operazione. Ad ogni alunno frequentante i plessi scolastici comunali è stato attribuito e comunicato alle famiglie il Codice personale di ricarica necessario per procedere alla ricarica. Ulteriori informazioni sul funzionamento del pagamento tramite sportello automatico Atm sono disponibili negli allegati di questa sezione.

Il mancato pagamento delle quote darà luogo comunque all’attivazione delle procedure previste dalla vigente normativa per il recupero coattivo del credito, consistenti in un primo provvedimento ingiuntivo e successiva procedura di riscossione forzosa.

Si consiglia di conservare le ricevute di versamento rilasciate dalla banca fino alla fine di ogni anno scolastico per eventuali controlli delle ricariche effettuate.

Menù e tabelle dietetiche

Le tabelle dietetiche ed i menù adottati per il servizio di refezione scolastica sono stati predisposti dalla Comunità Montana “Grand Paradis”, che ha aderito al progetto promosso dal CELVA “Io mangio valdostano”, e dal Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene degli alimenti e della nutrizione dell’Ausl di Aosta.

L’indice di gradimento delle varie pietanze viene costantemente tenuto sotto monitoraggio attraverso rilevazioni effettuate nelle scuole con la collaborazione delle insegnanti e delle assistenti al servizio.

Il menù è suddiviso in 4 settimane e strutturato su due periodi: invernale ed estivo, in modo da introdurre un’ampia varietà di pietanze nel rispetto della stagionalità dei prodotti, in particolare ortofrutticoli.

Diete speciali

In casi particolari di intolleranza alimentare o patologie specifiche, il servizio di refezione scolastica fornisce pasti che rispondano alle esigenze dietetiche individuali:

  • in caso di malattia come la celiachia o il diabete, il genitore dovrà consegnare all’ufficio socio-assistenziale il certificato medico, che rimarrà valido per tutti gli anni di frequenza;
  • in presenza di allergie o di intolleranze alimentari il genitore dovrà consegnare all’ufficio socio-assistenziale il certificato predisposto da un allergologo o da un immunologo di sanità pubblica cui devono essere allegati i test scientifici. Dovrà inoltre essere indicato con chiarezza l’alimento alternativo;
  • per gli utenti di religione mussulmana, la carne suina e i suoi derivati sono sostituiti con altri alimenti.

La dieta verrà assicurata solo successivamente alla consegna della suddetta certificazione, nella quale dovranno essere indicati gli alimenti che non possono essere consumati dall’alunno.
In presenza di disturbi di breve durata, in casi sporadici e di effettiva necessità, è possibile richiedere una dieta in bianco. Il modulo di richiesta è scaricabile dal sito comunale oppure potrà essere richiesto all’assistente addetta alla rilevazione delle presenze. E’ da consegnare all’inizio della lezione mattutina.

Modalità di prenotazione giornaliera del pasto

La prenotazione del pasto giornaliero avverrà con le seguenti modalità:

  • per la scuola primaria, sarà consegnato un libretto a fogli mensili, i genitori dovranno apporre la propria firma giornalmente nella casella interessata:
    - sulla casella SI se il bambino usufruisce della mensa;
    - sulla casella NO se il bambino non si ferma a mangiare alla refezione scolastica.
  • per la scuola dell’infanzia, i genitori dovranno indicare la presenza alla refezione, apponendo la propria firma in corrispondenza del nominativo del bambino e del giorno interessato, sul foglio presenze che verrà depositato nell’atrio della scuola;
  • per la scuola dell’infanzia, per i bambini che utilizzano il servizio di scuolabus, i genitori dovranno indicare la presenza alla refezione, apponendo la propria firma in corrispondenza del nominativo del bambino e del giorno interessato, sul foglio presenze sullo scuolabus.

Si raccomanda la massima precisione in quanto, in base ai bambini prenotati, il personale addetto al servizio comunica ogni giorno entro le ore 9,00 il numero dei pasti da preparare alla cucina della Comunità Montana “Grand Paradis”. In mancanza di firma da parte del genitore l’alunno non potrà usufruire del pasto in quanto lo stesso non viene fornito.

Allegati e modulistica precompilabile

Gli uffici, i servizi
e la modulistica

UTILITÀ - privacy - accessibilità - mappa del sito - Numeri utili

COMUNE DI SARRE - Loc. Tissoret, 39 - 11010 Sarre (AO) - Valle d'Aosta - Tel. 0165 21 56 11 - Fax 0165 21 56 56 - Posta elettronica: info@comune.sarre.ao.it - PI 00091850073